Recupero e Salvataggio

Le linee guida emanate nel 2014 dalla Direzione Generale degli Archivi – Mibac sono un elemento fondamentale che definisce le modalità di intervento, organizzazione ed indica principali soggetti che devono operare nel luogo del disastro.

In conformità al piano di emergenza (se presente), si organizzano subito spazi e gruppi di operatori deputati al recupero del materiale danneggiato. La manipolazione del materiale deve avvenire in maniera sicura, sia per i documenti sia per gli operatori.

Il recupero dei documenti deve essere eseguito in tempi brevi al fine di prevenire la proliferazione fungina (muffe). Dopo aver identificato i pezzi e redatto un elenco, il materiale viene condizionato singolarmente in sacchetti di plastica trasparente e collocato in contenitori idonei ed isolanti, per il suo congelamento, a -20/27° al fine di interrompere lo sviluppo delle muffe e raggiungere la messa in sicurezza temporanea della documentazione. Questa procedura consente di guadagnare il tempo necessario per la definizione delle attività che dovranno seguire.

Fasi del recupero

Imbustamento

Imballaggio

Movimentazione

Congelamento

Gli ultimi interventi