Congelamento documenti: un processo per arrestare temporaneamente rischi e danni

Il congelamento di documenti, libri o altro materiale cartaceo è parte di un processo di restauro e recupero da applicare a fronte di un sinistro o evento catastrofico (alluvione, allagamento o incendio).

Il congelamento si attua a seguito di una esposizione del materiale cartaceo ad acqua (sia di allagamento che di spegnimento dopo un incendio) e serve a prevenire o arrestare ulteriori danni.

Il congelamento non è una soluzione ma una fase intermedia che mette in uno stato dormiente spore o altri agenti biodeteriogeni senza ucciderli. Perchè il ripristino sia completo e il materiale cartaceo sia messo in salvo e in sicurezza è indispensabile poi effettuare una asciugatura tramite liofilizzazione.

Perchè effettuare un congelamento di documenti?

  • Ferma lo sviluppo microbico
  • Stabilizza inchiostri e coloranti solubili
  • Previene l’adesione dei fogli (con l’acqua se non si interviene tempestivamente le pagine si incollano)
  • Consente una pianificazione degli interventi di ripristino e quindi di dare priorità a recuperi in emergenza.

La Frati & Livi dispone di tutte le attrezzature necessarie per effettuare ripristini in emergenza, stoccaggio e congelamento di sicurezza del materiale cartaceo danneggiato in container freezer con temperature a -27°C.

Effettuiamo anche movimentazione documenti danneggiati in emergenza con raccolta e congelamento in situ.